Che cosa ha gli economisti che fanno il tifo per un rallentamento

Stamattina, il Dipartimento del Lavoro riporta quanti posti di lavoro hanno aggiunto i datori di lavoro a maggio.Ieri, i dati dell’operatore di buste paga ADP hanno segnalato un calo significativo delle assunzioni. Ma il rapporto ufficiale sull’occupazione lo ha dimostrato le aziende hanno aggiunto 390.000 posti di lavoro alle loro buste paga il mese scorso, il 17° guadagno mensile consecutivo. Ciò deluderà alcuni economisti che credono che un rallentamento ora potrebbe essere una buona cosa.

Normalmente, quando le assunzioni rallentano è un segnale preoccupante per l’economia nel suo insieme, ma questi non sono tempi normali. Con quasi il doppio dei posti di lavoro aperti rispetto ai lavoratori disponibili e l’inflazione che corre al ritmo più veloce degli ultimi quattro decenni, molti economisti e politici affermano che un rallentamento è proprio ciò di cui l’economia ha bisogno, riporta Ben Casselman del Times.

Ciò rende l’interpretazione dei lavori di questa mattina più complicata del solito. Mentre il numero complessivo di posti di lavoro – quanti dipendenti sono stati aggiunti o tagliati dalle buste paga aziendali – di solito riceve la maggiore attenzione, questo mese potrebbe non essere il caso. Il fattore chiave da cercare è il modo in cui l’offerta di lavoratori e la domanda dei datori di lavoro hanno interagito. Ad esempio, il rapporto ADP ha mostrato che la maggior parte delle piccole imprese ha ridotto i propri salari a maggio, ma gli economisti ritengono che ciò sia stato il risultato dell’impossibilità di trovare i lavoratori giusti, non perché le assunzioni per quelle aziende si siano fermate.

Ecco due numeri che gli economisti esamineranno:

  • Un aumento del tasso di partecipazione alla forza lavoro dal 62,2 per cento di aprile potrebbe significare che il mercato del lavoro sta tornando in equilibrio, anche se i guadagni complessivi di posti di lavoro sono più lenti del previsto.

  • E con le preoccupazioni per l’inflazione ancora in aumento, aspettati che ci siano molti occhi addosso osa. La retribuzione è aumentata del 5,5% rispetto a un anno fa ad aprile, il più grande salto dall’inizio degli anni ’80. Un calo di quel numero sarebbe un segnale positivo, almeno per gli economisti, che l’inflazione è sotto controllo. I lavoratori, tuttavia, potrebbero avere pensieri diversi.

Tuttavia, un’economia di raffreddamento comporta i propri rischi. Se il recupero rallenta troppo, potrebbe annullare gran parte di quel progresso. Tuttavia, l’amministrazione Biden sostiene che la rapida ripresa economica che abbiamo avuto non è sostenibile e che un mercato del lavoro in raffreddamento è benvenuto. Questo è ciò che porterà a “più opportunità economiche e maggiore sicurezza economica per le famiglie della classe media rispetto all’economia prepandemica”, ha detto al Times Brian Deese, uno dei principali consulenti economici di Biden.

Per una copertura completa del rapporto sul lavoro di oggi, vedere The Times’s briefing specialeche sarà aggiornato nel corso della giornata.


Secondo quanto riferito, Elon Musk vuole tagliare il 10 percento dei posti di lavoro in Tesla. Il CEO di Tesla ha scritto ieri in un’e-mail ai dirigenti di averlo fatto una “super brutta sensazione” sull’economia, secondo Reuters. L’e-mail, intitolata “Sospendere tutte le assunzioni in tutto il mondo”, è arrivata pochi giorni dopo che Musk aveva detto ai membri dello staff di tornare in ufficio a tempo pieno o di “far finta” di lavorare da qualche altra parte.

La legislatura dello Stato di New York approva una moratoria del mining di criptovalute. Nelle prime ore di venerdì, i legislatori di New York hanno approvato un disegno di legge per vietare alcune operazioni di mining di bitcoin, una misura intesa a ridurre l’impronta di carbonio dello stato. Se il governatore Kathy Hochul firma il disegno di legge in legge, New York diventerebbe il primo stato a vietare l’infrastruttura tecnologica blockchain.

Frontier Airlines addolcisce i termini della sua proposta di fondersi con Spirit Airlines. di frontiera offrire di pagare a Commissione di rottura di $ 250 milioni se le autorità di regolamentazione non approvano la fusione arriva pochi giorni dopo che Institutional Shareholder Services, che consiglia i grandi investitori, ha consigliato agli azionisti di Spirit di votare contro una proposta fusione con Frontier a favore di un’offerta concorrente di JetBlue Airways. JetBlue si era già impegnata a pagare a Spirit una commissione di rottura di $ 200 milioni se la sua fusione non fosse stata approvata.

Ford investe 3,7 miliardi di dollari nelle sue fabbriche statunitensi. La casa automobilistica ha detto ieri che lo era aggiungendo 6.200 posti di lavoro nel settore manifatturiero sindacale in Michigan, Ohio e Missouri, e che gran parte del suo investimento sarebbe andato a fabbriche che costruivano veicoli elettrici.

Il presidente Biden chiede il divieto di armi d’assalto. In un raro discorso serale alla Casa Bianca ieri, ha anche invitato il Congresso per espandere i controlli in background dopo le sparatorie di massa in Texas e New York. Nessuna di queste misure è considerata probabile che passi al Congresso, dove la feroce opposizione repubblicana si è messa sulla loro strada.

Le società di criptovalute, che fino a poco tempo fa erano in balia del reclutamento, stanno riprendendo sviluppatori, avvocati Altro lobbistihanno altrettanto rapidamente bloccato quei piani, o in alcuni casi li hanno ribaltati.

Ieri, due delle aziende di più alto profilo nel settore delle criptovalute hanno messo in pausa i loro piani di espansione.

  • Coinbase ha affermato che stava estendendo a tempo indeterminato un blocco delle assunzioni che lo scambio di criptovalute aveva messo in atto due settimane fa. Quel blocco, ha affermato la società, includeva tutte le recenti offerte di lavoro che l’azienda aveva fatto, che “con eccezioni limitate” sono state revocate. “Aveva senso per noi intraprendere un’azione più incisiva per gestire le nostre spese”, ha detto un portavoce dell’azienda a DealBook.

  • Gemelli, che è stata fondata da Cameron e Tyler Winklevoss, famoso su Facebook, ha dichiarato ieri che stava licenziando il 10% del suo personale. “Ecco dove siamo ora, nella fase di contrazione che si sta stabilizzando in un periodo di stasi, quello che la nostra industria chiama ‘crypto winter’”, hanno detto i gemelli Winklevoss in un post sul blog. Separatamente, sempre ieri, la CFTC accusò Gemelli di aver rilasciato dichiarazioni fuorvianti su un prodotto crittografico proposto nel 2017. Una portavoce dell’azienda ha affermato che i licenziamenti e il caso CFTC non erano collegati e che la società non vede l’ora di dimostrare di aver seguito la legge.

Gli scambi ovunque stanno perdendo dipendenti. Lo è Rain Financial in Medio Oriente, sostenuto da Coinbase secondo quanto riferito, licenziando dozzine. La scorsa settimana, l’exchange latinoamericano Bitso è caduto più del 10 per cento dei lavoratori. La piattaforma di derivati ​​crittografici BitMEX ha perso la gentecosì come la borsa argentina Buenbit, e Robinhood cripto-friendlyl’agente di cambio online che offre alcune risorse digitali, ha annunciato a fine aprile che avrebbe licenziato il 9% dei lavoratori a tempo pieno.

Ma alcuni potrebbero andare dall’altra parte. “Se non altro saremo più aggressivi in ​​questo ambiente economico date le opportunità”, ha detto a DealBook Sam Bankman-Fried, il fondatore dell’exchange FTX. La società ha deliberatamente rallentato la crescita circa sei mesi fa ed è redditizia, ha aggiunto. Bankman-Fried si aspetta che la sua azienda accelererà di nuovo le assunzioni “a breve”. Allo stesso modo, una portavoce dell’exchange Binance ha affermato che prevede di continuare a crescere. I “mercati più cool”, ha detto, offrono la possibilità “di accedere ad alcuni dei migliori talenti del settore”. Anche il braccio crittografico di Fidelity Investments sta aggiungendo lavoratori tecnologici.

Da quando i prezzi hanno iniziato a salire un anno fa, politici ed economisti hanno sfruttato l’inflazione per raccontare la loro storia preferita su cosa sta andando storto nell’economia e quali soluzioni sarebbero necessarie, riporta Lydia DePillis del Times.

La Casa Bianca e gli economisti progressisti sono approdati su qualcosa che hanno soprannominato “greedflation”. Sostengono che le società sempre più dominanti stanno cogliendo l’opportunità per aumentare i prezzi, il che sta comprimendo i consumatori e sovraccaricando l’inflazione. Dicono che le industrie sono diventate troppo concentrate e le aziende hanno troppo potere. La soluzione: un ritorno alla rottura della fiducia, cosa che l’amministrazione Biden sembra prepararsi a fare.

Altri affermano che ciò che sta realmente accadendo è che fattori insoliti hanno spinto l’offerta e la domanda molto più fuori linea di quanto non siano state negli ultimi decenni. Una pandemia, una guerra commerciale, una guerra di paese, un’enorme spesa pubblica e un’economia globale che è diventata notevolmente più integrata potrebbero essere troppo complesse per essere spiegate dalla teoria macroeconomica tradizionale, ma fanno ancora solo parte di un normale ciclo economico. La soluzione: consentire alla Fed, come sta facendo, di aumentare i tassi di interesse, di rallentare l’economia.

Cosa ne pensi? La “greedflation” o le semplici leggi della domanda e dell’offerta stanno guidando l’inflazione? Facci sapere: dealbook@nytimes.com.


Katha Pollitt, l’editorialista femminista, che ha ricordato che molte amiche, e la stessa figlia, avevano trovato il libro di Sheryl Sandberg “Lean In” per essere pieno di saggi consigli quando è uscito.


La partenza di Sheryl Sandberg da Meta questa settimana ha sollevato una serie di domande, tra cui chi sarebbe succeduto al fondatore del gigante tecnologico, Mark Zuckerberg, se avesse deciso o fosse costretto ad andarsene.

Ciò, ovviamente, non è probabile che accada a breve. Quando Sandberg era direttore operativo lei gestiva efficacemente tutte le operazioni aziendali mentre Zuckerberg si concentrava sullo sviluppo dei prodotti di Facebook. Ma Zuckerberg, 38 anni, con più di 18 anni di esperienza alle spalle, sembra voler essere identificato più chiaramente come l’unico leader di Meta. Meta “ha raggiunto il punto in cui ha senso che i nostri gruppi di prodotti e business siano più strettamente integrati”, ha scritto Zuckerberg in un post di Facebook ieri.

Ma scandali ed eventi imprevisti hanno spinto altri potenti dirigenti a lasciare il loro lavoro. La partenza di Sandberg, ad esempio, una volta considerata improbabile, arriva dopo i recenti attriti con l’azienda, Lo riporta il Wall Street Journal. Era stata esaminata da Meta per aver insistito diversi anni fa su un tabloid britannico affinché non pubblicasse un articolo sul suo ragazzo in quel momento, ha riferito Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard, secondo il WSJ. La società aveva anche esaminato il suo utilizzo delle risorse aziendali per pianificare il suo imminente matrimonio con Tom Bernthal, afferma l’articolo, citando fonti anonime. Una portavoce di Meta ha affermato che questi fattori non erano correlati alla sua decisione di andarsene. Il WSJ ha riferito che Sandberg si sentiva esausto e sempre più disconnesso dall’azienda.

Ciò aggiunge una certa importanza ai dirigenti che Zuckerberg sta promuovendo sulla scia dell’uscita di Sandberg. Questo è vero anche se sarebbe difficile chiamare nessuno di loro un chiaro no. 2. Zuckerberg ha nominato Javier Olivan, un dirigente di lunga data, per assumere il lavoro di Sandberg. Ma a differenza di Sandberg, Olivan sarà uno dei quattro alti luogotenenti che hanno responsabilità altrettanto grandi e che rispondono e gestiscono le decisioni principali di Zuckerberg, scrivi Sheera Frenkel e Mike Isaac del Times. Gli altri tre dirigenti sono Andrew Bosworth, Chief Technology Officer; Nick Clegg, il presidente degli affari globali; e Chris Cox, il chief product officer.

affare

Politica

  • Il presidente Biden vuole rendere più facile per gli stati e le tribù bloccare i gasdotti. (NYT)

  • L’ESG è il trend più caldo di Wall Street. Così è protezionismo. (Opinione Bloomberg)

  • L’OPEC ha detto che l’avrebbe fatto aumentare la fornitura di petrolio, ma gli economisti si sono chiesti se fosse sufficiente per abbassare i prezzi elevati del gas. (NYT)

Il meglio del resto

Vorremmo il tuo feedback! Si prega di inviare pensieri e suggerimenti via email a dealbook@nytimes.com.